Top Menu ita

Informazioni sul visto, assicurazione e permesso di soggiorno

PRIMA DI PARTIRE

La procedura per ottenere il visto

Prima di iniziare la tua avventura in Italia per studiare la lingua, è bene che tu sia consapevole che per organizzare e regolarizzare il tuo soggiorno sono indispensabili alcuni documenti.

Una prima fonte di informazione è il sito del Ministero degli Affari Esteri, vistoperitalia.esteri.it, tramite il quale potrai verificare se esiste o meno la necessità di un visto per entrare in Italia (sito multilingue, per cui non preoccuparti se non conosci bene l’italiano).

Per ottenere informazioni personalizzate per il tuo profilo, ti verrà richiesto di compilare un breve questionario che contiene domande circa la tua nazionalità, il paese di provenienza, la durata e il motivo del soggiorno.

Una volta inserite le informazioni, ti verrà restituita una schermata con i documenti che dovrai produrre prima di arrivare in Italia.

In generale, questi sono i documenti di riferimento per gli studenti provenienti da paesi non-EU:

  • formulario per la domanda del visto d’ingresso (visualizza)
  • fotografia recente in formato tessera
  • documento di viaggio in corso di validità con scadenza superiore di almeno tre mesi a quella del visto richiesto
  • dimostrazione della disponibilità in Italia di un alloggio: prenotazione alberghiera, dichiarazione di ospitalità
  • dimostrazione della disponibilità dei mezzi di sostentamento in relazione al soggiorno in Italia, per un importo non inferiore a quanto stabilito dalla Tabella A allegata alla Direttiva del Ministero dell’Interno del 1.3.2000  (visualizza)
  • assicurazione sanitaria, se lo straniero non ha diritto all’assistenza sanitaria in Italia in virtù di accordi o convenzioni in vigore con il suo Paese
  • iscrizione o pre-iscrizione al corso da seguire in Italia

Fonte: vistoperitalia.esteri.it

Come dotarsi di assicurazione sanitaria

L’assicurazione sanitaria valida per l’Italia è requisito fondamentale per la richiesta di visto, ma anche di permesso di soggiorno, da effettuarsi entro 8 giorni dal tuo arrivo.

Se hai sottoscritto un’assicurazione sanitaria nel tuo paese di origine, ricordati di farla convalidare dall’Ambasciata o dal Consolato italiano prima della partenza.

Se non ne sei in possesso, una volta arrivato/a in Italia, potrai iscriverti al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) italiano, che garantisce un’assistenza completa. Infatti, il medico curante che ti verrà assegnato si occuperà della tua salute e ti prescriverà eventuali farmaci, esami e visite con specialisti. Il servizio è gratuito. L’iscrizione vale 1 anno e ha un costo di 149,77 euro

Per iscriverti al SSN, dovrai seguire questa procedura:

  1. recarti in un Ufficio Postale (qualsiasi) e compilare un apposito bollettino per pagare la quota di iscrizione al servizio (149,77 euro).  Il bollettino dovrà essere intestato a: Amministrazione P.T. Regione Lombardia – c/c postale 379222 – causale: “Iscrizione volontaria al SSN”.
  2. andare all’ASL (Azienda Sanitaria Locale) più vicina a te e portare:

– Se sei cittadino EU:

  • la ricevuta di pagamento del bollettino
  • la tessera TEAM/EHIC (European Health Insurance Card) – da richiedere nel proprio Paese prima della partenza – o il modello E106

– Se sei cittadino non-EU:

  • Ricevuta di pagamento del bollettino
  • Codice fiscale
  • Passaporto
  • Ricevuta della richiesta del permesso di soggiorno
  • Autocertificazione iscrizione al corso che frequenterai
  • Autocertificazione di residenza o dimora

ALL’ARRIVO

Come fare la richiesta per il Codice Fiscale

Il Codice Fiscale è un codice alfanumerico che il Ministero delle Finanze fornisce a ogni cittadino italiano e anche a coloro che risiedono temporaneamente sul territorio. E’ indispensabile per svolgere alcune pratiche, quali la richiesta di iscrizione al SSN, l’apertura di un conto corrente o la firma del contratto di affitto.

Se preferisci lasciare il tuo paese già dotato di Codice fiscale, puoi rivolgerti all’Ambasciata o al Consolato italiani.

In alternativa, una volta arrivato/a in Italia, dovrai presentarti personalmente all’Agenzia delle Entrate della città in cui risiedi. L’elenco degli uffici in Lombardia è visibile sul sito http://lombardia.agenziaentrate.it

Dovrai presentare solo il passaporto se sei cittadino EU o di uno dei seguenti paesi: Andorra, Argentina, Australia, Bolivia, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Cina, (solo Hong Kong e Macao), Sud Corea, Costa Rica, Croazia, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Messico, Monaco, Nicaragua, Nuova Zelanda, Panama, Paraguay, San Marino, Singapore, USA, Vaticano e Venezuela.

Se sei cittadino non-EU devi portare con te anche la ricevuta di richiesta del permesso di soggiorno.

Come ottenere il permesso di soggiorno

Cittadini EU

Se provieni da un paese EU, potrai:

  1.     soggiornare in Italia fino a 3 mesi senza richiedere alcun permesso, a condizione che tu sia in possesso di un documento d’identità valido per l’espatrio.
  2.     estendere il soggiorno oltre i 3 mesi,  iscrivendoti all’Ufficio Anagrafe del Comune della città di residenza.

Se abiti a Milano puoi prenotare un appuntamento sul sito web www.comune.milano.it -> Servizi online -> Servizi Anagrafici -> Residenza stranieri.

Il giorno dell’appuntamento ricordati di avere con te:

  1. passaporto o carta d’identità
  2.     autocertificazione che attesta l’iscrizione al corso che frequenterai
  3.     fotocopia della documentazione che attesta la disponibilità di adeguate risorse finanziarie, ad esempio la certificazione del possesso di una borsa di studio o del conto corrente
  4.     copia della ricevuta di pagamento dell’assicurazione sanitaria.

Cittadini non-EU

Se provieni da paese che non appartiene all’Unione Europea dovrai richiedere il permesso di soggiorno, entro 8 giorni dal tuo ingresso in Italia.

Prima richiesta

Per ottenere il tuo primo permesso di soggiorno dovrai:

  1.     recarti presso un Ufficio Postale di Poste Italiane
  2.     cercare il “Welcome Desk”
  3.     farti consegnare il kit di richiesta di permesso di soggiorno
  4.     compilare il kit, facendoti aiutare dal personale addetto

Una volta compilato, il kit deve essere presentato a uno degli Uffici Postali di Poste Italiane che espongono il logo Sportello amico insieme a:

 

  1.     una fotocopia del passaporto (solo le pagine con i dati anagrafici e il visto)
  2.     una copia della ricevuta di pagamento dell’assicurazione sanitaria.
  3.     una copia dell’iscrizione al corso che frequenterai con il timbro dell’Ambasciata o del Consolato italiani (da fare prima della partenza)
  4.     una marca da bollo da 16 euro (si compra in tabaccheria)
  5.     il bollettino postale che troverai nel kit e che serve per ottenere il permesso di soggiorno elettronico (circa 30 euro) – da pagare e conservare la ricevuta

Il kit non va chiuso, in modo da consentire all’impiegato dell’Ufficio Postale di controllare che ci sia tutto. Ti verrà richiesto di pagare altre 30 euro per l’accettazione della domanda.

A questo punto l’Ufficio Postale ti consegnerà la lettera di convocazione con l’indicazione del giorno in cui presentarti all’Ufficio Immigrazione o al Commissariato di Polizia più vicino al luogo in cui risiedi.

Il giorno dell’appuntamento, porta con te:

  1.     gli originali dei documenti inseriti nel kit
  2.     le ricevute di pagamento dei vari bollettini
  3.     4 fototessera

Rinnovo

Per estendere il tuo permesso di soggiorno – nel caso tu volessi proseguire con il corso di lingua che hai scelto – esiste la possibilità di chiedere il rinnovo.

Condizione importante è che il motivo per la richiesta di rinnovo sia lo studio, lo stesso per cui hai ottenuto il primo permesso.

Per ricevere il prolungamento del permesso, dovrai ripetere la procedura relativa al kit, specificando che si tratta di un rinnovo.

Anche in questo caso il kit è disponibile presso gli Uffici Postali con il logo Sportello Amico.

Il kit va presentato all’Ufficio Postale insieme agli stessi documenti della prima richiesta (da punto 1 a 5), con l’aggiunta di una copia del certificato di frequenza e superamento dell’esame relativo al corso che stai per concludere.

l kit non va chiuso, in modo da consentire all’impiegato dell’Ufficio Postale di controllare che ci sia tutto. Ti verrà richiesto di pagare altre 30 euro per l’accettazione della domanda.

A questo punto l’Ufficio Postale ti consegnerà la lettera di convocazione con l’indicazione del giorno in cui presentarti all’Ufficio Immigrazione o al Commissariato di Polizia più vicino al luogo in cui risiedi per presentare la domanda di rinnovo.

Per una migliore gestione delle pratiche, è meglio avviare le procedure di rinnovo almeno 60 giorni prima della scadenza.

Come aprire un conto corrente

Se sei interessato/a ad aprire un conto corrente bancario o postale, per effettuare pagamenti o ricevere rimborsi spese dai tuoi genitori, devi possedere questi requisiti:

  • 18 anni
  • un documento di identità valido
  • il codice fiscale
  • depositare una piccola quota iniziale

In genere, gli sportelli delle principali banche osservano questi orari di apertura: 8.30-13.30 / 15.00-16.00 Quelli postali, invece, aprono generalmente alle 8.20 la mattina (sabato compreso), ma gli orari di chiusura possono variare.

Per trovare l’Ufficio Postale più vicino a te, visita il sito di Poste Italiane al seguente link:
https://www.poste.it/cerca/index.html#/vieni-in-poste/